Project Description

Il contesto

Torre Galfa è un grattacielo di Milano, progettato dall’architetto Melchiorre Bega nel 1956 e terminato nel 1959. Il palazzo fu acquistato, alla metà degli anni settanta, dalla Banca Popolare di Milano utilizzandolo come centro servizi e sede operativa per circa 30 anni. Nel 2012 il Gruppo Unipol acquistò l’edificio con un progetto di riqualificazione e valorizzazione. Il progetto è stato curato dall’architetto Maurice Kanah dello studio Bg&K Associati. L’obiettivo della proprietà UnipolSai, condiviso con il Comune, è quello di convertire la torre ad una destinazione ricettivo-alberghiera (dal piano -1 al 12º piano) e residenziale (dal 13º al 31º piano) con servizi dedicati e ingressi separati. I lavori sono iniziati nel 2016, per un investimento da parte di UnipolSai di circa 100 milioni di euro. L’edificio, di forma rettangolare, ha una base formata da piano terra e primo piano più ampia del corpo che è formato da 27 piani abitabili. Negli ultimi 2 piani, leggermente arretrati rispetto alla facciata, sono localizzati parte degli impianti tecnologici. I piani interrati alloggiano i rimanenti impianti ed i parcheggi.

Tipologia di intervento

Nell’ambito del progetto di riqualificazione Cloudtel ha realizzato tutti gli impianti dell’edificio legati alla Information and Communication Technology. Si è voluto equipaggiare l’edifico con impianti di nuovissima generazione progettati nel rispetto delle soluzioni più innovative tali da garantire l’utilizzo delle future tecnologie che emergeranno nei prossimi anni. Le reti dati all’interno dell’edificio sono progettate per garanti decine di Gbps nel futuro, la rete wireless, con copertura capillare consente di comunicare con le più alte capacità disponibili. In ultimo è stata data particolare attenzione alla sicurezza di funzionamento progettando la struttura informatica con la massima ridondanza possibile per garantire la totale ‘business continuity’.